News
Coltivazione

Allevamento

Certificazione

Mercato e Marketing

  › Filiere produttive

  › Filiera corta e vendita diretta

  › Promozione


Politiche agricole

Legislazione



per una ricerca più efficace
utilizzate una singola parola

Il pomodoro biologico è una “medicina”

Uno studio condotto dall'Istituto di biologia e biotecnologia agraria del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibba-Cnr) e dall'Università di Pisa, pubblicato sul 'British Journal of Nutrition' della Cambridge University Press ha evidenziato concentrazioni più elevate di calcio (15%), potassio (11%), fosforo (60%) e zinco (28%) dei pomodori bio, rispetto a quelli coltivati con altri metodi.
Quando le condizioni di coltivazione permettono alla pianta di crescere con i suoi simbionti naturali, aumentano le sostanze antiossidanti che contrastano alcuni tipi di cancro e ne risente positivamente anche il valore nutrizionale e nutraceutico
“'I pomodori coltivati biologicamente, in particolare - si sottolinea nella ricerca - instaurano insieme ai loro microfunghi una benefica associazione radicale permanente, paragonabile dal punto di vista funzionale al nostro microbioma intestinale”.
Manuela Giovannetti dell'Università di Pisa, che ha coordinato il lavoro, conferma che i frutti di pomodoro sono una riserva naturale di molecole come acido ascorbico, vitamina E, flavonoidi, composti fenolici e carotenoidi, tra cui il licopene che, oltre a esercitare una forte attività antiossidante, può modulare le vie metaboliche ormonali e del sistema immunitario.

Aprile 2012

14 giugno 2012

REGISTRATI
CON IL CONTRIBUTO:
STATI GENERALI DEL BIOLOGICO: